14/12/2016

Gli studenti del Redi- Caselli praticano il Taekwondo e la Corea del Sud li premia

Si è svolta oggi la cerimonia con la rappresentanza diplomatica nella palestra della scuola. L’Ambasciata ha regalato il tatami e altre attrezzature in nome dell’antica arte marziale. Per una curiosa quanto imprevedibile coincidenza, proprio mentre la delegazione di Montepulciano e della Valdichiana Senese, in missione in Estremo Oriente, si muoveva dalla Cina alla Corea del Sud, una rappresentanza ufficiale di Seul in Italia ha fatto visita a Montepulciano.L’ambasciata della Corea del Sud, informata dell’intensa attività svolta dagli studenti dell’Istituto Redi – Caselli di Montepulciano, che hanno il Taekwondo nelle ore di insegnamento di Scienze motorie e sportive, ha infatti deciso di fare omaggio all’IIS Valdichiana Redi – Einaudi – Marconi – Caselli di un tappeto (tatami) per lo svolgimento dell’attività, di alcune tuniche e di altre attrezzature per la pratica di questa disciplina. Il materiale è stato già recapitato alla scuola, la visita della rappresentanza diplomatica ha formalizzato la donazione e sancito la nascita di nuovi vincoli di amicizia in nome dello sport. Nella palestra, stracolma, dell’Istituto Redi, è stato offerto una spettacolare saggio di Taekwondo (che nella versione sportiva esclude il contatto fisico ed addestra all’agilità, al coordinamento dei movimenti ma anche alla difesa della persona) a cui hanno partecipato atleti di tutte le età, dai bambini delle scuole elementari agli adulti. Regista dell’applauditissima esibizione (e, più in generale, dell’intera operazione), il Prof. Bruno Barberio, insegnante di scienze motorie ma già più volte campione italiano di Taekwondo, vice-campione europeo, bronzo iridato ed allenatore delle rappresentativa azzurra che fu argento alle Olimpiadi di Seul.a Il Prof. Barberio ha proposto alla Dirigente Scolastica Maddalenna Montemurro, aperta alle innovazioni, l’inserimento di questa disciplina nella didattica con corsi di un mese e mezzo che potessero far comprendere agli studenti il fascino e l’utilità del Taekwondo.L’addetto culturale coreano Soomyoung Lee ha espresso, in rappresentanza dell’ambasciatore, il compiacimento delle autorità coreane per l’attività svolta sul territorio ed ha invitato tutti i giovani a praticare il Taekwondo che, ha detto, “rende anzitutto belli”. Presenti alla festosa cerimonia l’Assessore comunale allo Sport e all’Istruzione Francesca Profili, il Dirigente Scolastico dei Licei Poliziani Marco Mosconi ed i rappresentanti dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e di altre istituzioni cittadine. La preside Montemurro, che si è detta convinta della efficacia di questa nobile arte nel corretto sviluppo psicomotorio dei giovani, e l’assessore Profili, che ha sottolineato l’importanza della creazione di rapporti di amicizia e conoscenza a livello internazionale, hanno curato lo scambio di doni con gli ospiti che ha compreso alcune pubblicazioni di arte e storia e bottiglie di Vino Nobile di Montepulciano, già apprezzato dai consumatori coreani. tratto da" Il Cittadino"